Il concerto di Elisa Toffoli

Ieri sera c’era il concerto di Elisa Toffoli al Teatro Carlo Felice di Genova.

Avevo comprato i biglietti a novembre, con un colpo di fortuna, nel senso che M. aveva detto “Mi piacerebbe vedere il concerto di Elisa”, io avevo guardato sul sito e avevo trovato due biglietti rimasti, in galleria con visibilità ridotta. M. aveva tentennato, “magari vediamo domani”, ma io avevo insistito. Non vedevo Elisa in concerto da diversi anni e mi avrebbe fatto piacere partecipare.

Ho poi scoperto che persone che hanno fatto la caccia al biglietto, appostate da ore sulla piattaforma, non sono riuscite ad acquistarlo. Insomma, la classica “botta di culo” data dall’essere nel posto giusto al momento giusto.

Ieri, quindi, la fatidica sera della data genovese del Diari aperti Tour.

Era esattamente come la ricordavo. Pazzesca sul palco. Ti fa ballare, ti fa cantare, ti fa sentire come se ci fossi solo tu. E poi dice Génova. Non Gènova. E per me, già con quello ha vinto tutto.

Elisa Toffoli
Elisa Toffoli

Una scaletta importante, a cui bisogna aggiungere due bonus straordinari: Preghiera in Gennaio di Faber e Lontano, lontano di Luigi Tenco:

Come fosse adesso – Promettimi – Anche fragile – Tua per sempre – Eppure sentire – Heaven Out Of Hell – Luce – 7 Times – Sound Of Silence – Quelli che restano – Se piovesse il tuo nome – L’anima vola – Stay – Rainbow – A prayer – Vivere tutte le vite – L’estate è già fuori – Broken – Labyrinth – Cure Me – No Hero – Together – Tutta un’altra storia – Gli ostacoli del cuore – A modo tuo.

La cosa buffa è che alla terza canzone ero in lacrime, alla sesta cantavo a squarciagola. Penso che Elisa sia un patrimonio vero, e che siamo terribilmente fortunati ad avere talenti come lei.

Elisa Toffoli – No Hero

Elisa Toffoli – Hallelujah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.