Just do it

Faccio una premessa: a me le scarpe Nike devastano i piedi e trovo che anche i capi di abbigliamento non siano particolarmente di qualità. Ricordo con orrore un paio di Nike Shox, che trovavo bellissime, ma che erano di una scomodità senza pari. Nulla a che fare con le mie Diadora Mythos Blue Shield, di cui ho parlato in un vecchio post. Ma non è di questo che voglio parlare, oggi.

Diversi anni fa vidi uno spot pubblicitario in televisione, che, letteralmente, mi folgorò, perché diceva una serie di grandi verità. Riassumeva, con poche frasi e poche immagini, il motivo per cui, credo, la maggior parte delle persone fa sport. Quello che spinge ad alzarsi dal caro divano.

Alla fine della fiera, l’avversario più temibile per ciascuno è proprio sé stesso e in un certo senso fare sport ci mette in contatto con il nostro sé più profondo. Si combatte, si combatte, ma alla fine si fa pace.

Una delle cose che rimpiango del rugby è il terzo tempo. In campo botte da orbi, ma poi si fa festa tutti insieme. Questo è un aspetto che nel calcio non ho ravvisato: spesso ci si fa la guerra persino fra compagni di squadra!

Oggi sono riuscita a ritrovare quello spot e vorrei riproporlo in queste pagine, perché è sempre emozionante.

Quando corri, la paura non può raggiungerti. Quando salti, i dubbi cadono alle spalle. Quando giochi, la voce che senti è solo la tua e più ascolti più ti senti libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.