Mauro Icardi: signori si nasce?

Il 13 febbraio 2019, l’Inter con un messaggio telegrafico sui social comunica di aver assegnato la fascia di capitano ad Handanovic, di fatto degradando Mauro Icardi, che lascia Appiano Gentile e rifiuta la convocazione per la partita di Europa League a Vienna adducendo problemi a un ginocchio. L’Inter, comunque, vincerà l’incontro con un gol di Lautaro Martinez.

La domenica, Icardi e consorte si presentano a San Siro per assistere a Inter-Sampdoria. La sera, a Tiki Taka, Wanda Nara mette su una sceneggiata napoletana in piena regola, con tanto di fiumi di lacrime. Motivi futili mascherano un pretesto più profondo: Maurito è in aria di rinnovo contratto, avrebbe chiesto un significativo aumento ma la Società avrebbe storto il naso.

Una settimana dopo, alla vigilia della gara di ritorno contro il Rapid Vienna, la visita medica disposta dall’Inter per capire la consistenza dei problemi al ginocchio denunciati da Mauro Icardi emette un verdetto chiaro: il ragazzone è sano come un pesce e può tranquillamente tornare ad allenarsi. Nel frattempo, la moglie continua a sparare belinate a raffica in diretta televisiva.

La settimana scorsa l’Inter è stata eliminata dall’Europa League, perdendo in casa contro l’Eintracht Francoforte. Spalletti, con la squadra decimata da squalifiche, infortuni e limitazioni della lista Uefa, ha dovuto schierare due giovani Primavera. Icardi è neppure andato a San Siro a vedere la partita.

Ora, considerato quanto guadagna un giocatore di calcio, trovo il comportamento di Icardi davvero deplorevole. Da bamboccione viziato. Specialmente lui che si professa interista e dice di aver trasmesso ai suoi figli l’amore per questa squadra.

Posso capire che Pecunia non olet, ma se dici di essere un uomo con determiati valori, anche in considerazione di quanto vieni pagato, se vedi la squadra in difficoltà, metti un cerotto alla bocca della tua consorte (e procuratrice), alzi le chiappe dal divano e scendi in campo.

Signori si nasce, e tu, hermanito, non lo sei nato.

FC Internazionale
FC Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.