Corri per Via Fillak

Quando qualcosa non va per il verso giusto, tu corri. Tendenzialmente, è una buona massima, ma purtroppo non può essere applicata sempre.

La Superba è vittima, nuovamente, di una profonda ferita. Ma perché Genova viene chiamata La Superba? Ci avete mai pensato?

Fu Francesco Petrarca, in una relazione di viaggio del 1358 a descrivere la nostra città in questo modo, facendo anche una sinistra previsione:

“Veniamo a Genova, che dici di non aver mai visto. Vedrai una città regale, addossata ad una collina alpestre, superba per uomini e per mura, il cui solo aspetto la indica signora del mare; la sua stessa potenza, come è già accaduto a molte città, le nuoce e le reca danno, perché offre materia alle contese e alle gelosie cittadine.”

Francesco Petrarca – Descrizione di Genova, 1358

Per oltre otto secoli capitale dell’omonima Repubblica, Genova è stata chiamata anche La Dominante, La Dominante dei mari e La Repubblica dei Magnifici.

Oggi il Genoa ha esordito nel campionato di serie A con l’Empoli e i tifosi rossoblu hanno scelto di omaggiare la propria città in uno striscione che esprime tutta l’emozione della serata: “In silenzio per te, ferita 43 volta al cuore. Rialzati superba e torna al tuo splendore“.

In silenzio per te, ferita 43 volta al cuore. Rialzati superba e torna al tuo splendore
Lo striscione in ricordo delle vittime di Ponte Morandi

Nel crollo del Ponte Morandi sono morte 43 persone. Oltre 600 hanno perso la casa. Ancora si cercano di attribuire le responsabilità, la viabilità è un delirio, considerato che in molti sono ancora in ferie.

Non solo il calcio si è mobilitato, ma anche il podismo genovese. Oggi i ZenaRunners hanno organizzato un allenamento collettivo per raccogliere fondi per i bambini sfollati, con l’Associazione Pollicino. Base logistica la Trattoria Rosmarino, che ha offerto un delizioso ristoro post allenamento, con torte, focaccia e frutta fresca.

Eravamo più di 200, abbiamo corso al Porto Antico e nel Vicoli, cuore pulsante della città, ciascuno  proprio passo. C’erano runners, non runners, e la gente per la strada faceva il tifo. Hanno raccolto circa 3000 euro. Non saranno molti, considerata la portata del disastro che ha colpito Genova e molte famiglie Genovesi, ma speriamo che servano a dare un po’ di respiro.

Rialzati superba e torna al tuo splendore…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.