Pronti per la Mezza di Genova?

Domenica si correrà la Mezza di Genova. Insieme, chiaramente, alle sue sorelle minori, la CorriGenova e la FamilyRun. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dedicato.

Un po’ di problemi tra viabilità e derby, ma finalmente ci siamo. L’evento è organizzato dalla società podistica di cui faccio parte, la Podistica Peralto e quindi noi soci siamo particolarmente entusiasti.

Ho corso per la prima volta la CorriGenova il 9 aprile 2017, con pochissimo allenamento, con una antipatica infiammazione al tendine d’Achille e sotto un sole cocente. Era, come per questa edizione, la Domenica delle Palme.

Alla partenza ero con M. e il mio collega P.. Dopo meno di un chilometro, P. ha visto una runner di gradevole aspetto e ha accelerato il passo per starle dietro. Intorno al secondo chilometro il tendine ha iniziato a bruciarmi. Parecchio. Così ho detto a M. di procedere al suo ritmo e ho rallentato.

Giunta in Piazza della Nunziata ero quasi tentata di staccarmi il pettorale ed andare ad aspettare i miei compagni al traguardo… quando ho visto, all’angolo della via, la mia vicina di casa con la sua bimba che applaudivano e mi incitavano. No, decisamente non potevo ritirarmi…

Ho proseguito lungo Via Cairoli, Via Garibaldi, Via XXV Aprile fino ad arrivare n Piazza De Ferrari. Il tendine pulsava parecchio, e di nuovo è stata forte la tentazione di staccare il pettorale ed appropinquarmi al traguardo ad attendere gli altri due.

Ma eccolo lì, un tizio che, al mio passaggio, legge il nome scritto dietro alla divisa sociale e urla “Forza, Ilaria!”. E a quel punto cosa fai, smetti di correre? Certo che no! Ancora avanti tutta…

Ho nuovamente accusato la fatica a metà di Corso Buenos Aires. E in quel momento mi si è affiancato un tizio che ha cercato di attaccare bottone. “Ciao, anche tu qui! Comunque che vergogna, organizzare un evento come questo proprio nella Domenica delle Palme. Dovremmo celebrare il trionfale ingresso a Gerusalemme di Gesù, non star qui a correre. Se andiamo avanti di questo passo, tra qualche anno saremo tutti rivolti a pregare verso La Mecca!”.

Ecco, lì mi si è chiusa la vena del cervello. Ho iniziato a correre. Forte. Giù per Via Casaregis e poi lungo Corso Italia, fino al giro di boa di Boccadasse e poi di nuovo verso il centro, finché, quasi alla Fiera del Mare, tra la moltitudine di t-shirt gialle dell’evento, non ho visto quella arancione di M., che avevo raggiunto.

Abbiamo percorso insieme il tratto di percorso più spettacolare, quello sulla Sopraelevata. Tagliato il traguardo, un santo mi ha messo in mano un ghiacciolo alla menta che mi è sembrato la cosa più buona che avessi mai assaggiato.

Insomma, ci sono un sacco di buoni motivi per partecipare alla Mezza di Genova e proverò a raccontarveli in questa galleria di immagini di SACS Fotografia.

... per l'adrenalina che sale alla partenza...
... che si scioglie subito dopo lo start...
... per inseguire il proprio tempo...
... perché Genova senza auto è ancora più bella...
... per i mattacchioni che si incontrano...
... per il percorso incantevole attraverso la città...
... per l'acqua fresca quando stai andando a fuoco...
... perché è bello condividere una passione con gli amici...
... perché a volte sembra di veder correre il vento...
... perché possiamo essere più forti di qualsiasi cosa...
... per sfidare i propri limiti...
... perché correre è bello, sempre...
... per i ristori lungo il percorso...
... per la dedizione dei Volontari...
... per la maglia...
... per trovare una direzione quando ti sembra di averla persa...
... perché i pacemakers sono degli angeli custodi straordinari...
... perché forza Genoa, sempre e comunque...
... perché le medaglie sono proprio fighe...
... perché ci sono i Maratonabili...
... che donano momenti di straordinaria normalità ad atleti "speciali"...
... e ci insegnano che le cose si possono cambiare, di corsa...
... per la cornamusa in Sopraelevata...
... che sembra quasi di correre sulle scogliere di Moher...
... perché c'è sempre qualcuno pronto a darti una mano...
... anche quando è dura e ti prende lo sconforto...
... perché ci sono persone di tutte le età...
... e di tutte le nazionalità...
... per le atlete sul Podio che sorridono arricciando il naso...
... per tutti i colori che ci sono...
... perché arrivare in fondo è una gran soddisfazione...
previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Shadow
Slider
Il video della scorsa edizione della Mezza di Genova girato dal Polar Ambassador e Pacer Marco Mannucci
Il video promozionale della Mezza di Genova 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.